Durante la gravidanza hai letto migliaia di libri e riviste sui migliori comportamenti genitoriali, ma niente sembra prepararti abbastanza per il momento in cui il tuo bambino piange e tu non trovi il modo per  rasserenarlo.

Innanzitutto vogliamo dirti una cosa, i bambini piangono per tantissimi motivi e la ragione è molto semplice: è il loro modo per comunicare i loro bisogni o il loro disagio, non potendolo ancora esprimere a parole!

Una volta che avrai compreso che per loro piangere è un linguaggio in codice, inizierai a comprenderli sempre di più e a riconoscere il significato nascosto dietro ogni tipo di pianto.

Questo è quello che tutte le mamme sanno fin dalla notte dei tempi: il pianto dei bambini suona in modo diverso a seconda dei bisogni che vogliono comunicare. Ti accorgerai che spesso il pianto ha un’intonazione diversa e presto imparerai a interpretarlo come un messaggio di fame, stanchezza o semplicemente noia.

Quando avrai acquisito la capacità di interpretare il pianto del tuo bambino, potrai anche capire come risolvere il loro problema, dandogli da mangiare, ad esempio,  o mettendolo a dormire se ha sonno.

Purtroppo, non è sempre così facile cogliere questi segnali. Tantissime volte potresti non capire perchè il tuo piccolo sta piangendo e questo potrà provocarti nervosismo e frustrazione! Bene, quando questo momento arriverà respira profondamente, mantieni la calma e prova a distrarlo parlandogli con espressioni animate e suoni che possano attirare su di te la sua attenzione.

La musica è un ottimo alleato in questa “Missione Impossibile” e può aiutarti davvero molto a calmare il tuo bambino quando è agitato. Come abbiamo scritto nel post “La musica, I suoni e le canzoni aiutano nello sviluppo del cervello”, la musica è molto importante nello sviluppo dei bambini, ma aiuta anche a calmarli, è questo il motivo per il quale le ninne nanne sono così usate ancora oggi.

È scientificamente provato che una musica soft è un modo efficace per calmare I bambini in modo naturale, perché fa abbassare il livello di cortisolo. Questa parola ti suona familiare? Sì, è il cosiddetto “ormone dello stress”! La musica può aiutare i bambini a calmarsi perché agisce sull’ormone e riduce lo stress.

Gli scienziati hanno anche dimostrato che ascoltare la musica incrementa la dopamina, la “molecola della motivazione”, responsabile di sensazioni positive e di benessere.

Per sperimentare il potere della musica non devi  necessariamente saper cantare bene. Ricorda sempre che tuo figlio ama la tua voce più di ogni altra cosa al mondo, quindi non importa cosa canti e come. Alcuni bambini preferiscono suoni più ritmati e dolci, che gli ricordano i suoni del grembo materno ma tu puoi sperimentare diversi stili di musica, passando dalla musica classica al jazz, dal country al rock, finché non trovi lo stile preferito del tuo piccolo.

Come puoi usare la musica per calmare il bambino se è irrequieto?

Ecco alcuni consigli:

image.png

1.  Crea senzazioni di sicurezza attraverso la musica

Bebè e bimbi in generale vivono i cambiamenti con stress: quando fanno qualcosa che amano e sono costretti a interrompere per il bagno, ad esempio, il loro umore può peggiorare improvvisamente sfociando facilmente nel pianto. La musica può aiutare a calmarlo, perché funziona come una “transizione”  da una situazione all’altra. Ad esempio, se mentre gioca  cominci a cantare allegramente l’attività successiva che state per fare, lo aiuterai a farglielo percepire come un nuovo gioco da fare insieme, senza sottoporlo a brusche interruzioni.

2. Rumori bianchi:

I rumori bianchi non sono considerati propriamente musica, sono suoni continui e uniformi come la pioggia, le onde del mare o il battito del cuore. Questi suoni riescono a calmare i bambini, perché gli ricordano i suoni costanti e continui che sentivano dentro il grembo della mamma. Anche alcuni orologi a sveglia hanno una funzione dedicata al rumore bianco, ma se non ne avete in casa, niente paura! Sarete sorpresi di scorprire quanto il rumore continuo di un aspirapolvere o di un asciugacapelli possa farli rilassare!

Alcuni giochi inoltre possono essere di grande aiuto, perché simulano il rumore bianco. La Cascata di perline Hape, ad esempio, produce un suono dolce di pioggia quando il bambino lo tiene in mano. Il tuo piccolo sarà totalmente rilassato!

3.  Crea la tua playlist del relax.

Diversi studi hanno dimostrato che i neonati preferiscono la ninna nanna cantata da voci femminili. Individua le canzoni che lo rilassano di più e crea la tua playlist su Youtube o Spotify. Per una soluzione più veloce, Hape ha una playlist super rilassante già pronta per te, scoprila qui (https://open.spotify.com/playlist/0kdxidRBNxi0kbH9dHw3pC) … è perfetta per la nanna!

Hai già avuto modo di sperimentare il potere della musica? Facci sapere cosa funziona di più per calmare i bambini sui nostri post Facebook e Instagram!